Giovedì, 19 Aprile 2018 08:22

Iniziano le catture

Scritto da

Sono iniziate le prime catture in Vallesanta a Campotto di Argenta. Dopo un inverno molto piovoso che ha visto per il 7° anno consecutivo l'immissione  di acque meteoriche nel bacino, e successivo abbassamento alle quote previste, nonostante la temperatura delle acque non sia ancora giunta a livelli ottimali. i primi pesci hanno iniziato a dare segnali soddisfacenti, ed i retini iniziano a riempirsi.

Di seguito alcune foto delle prime catture.

 

Lunedì, 16 Aprile 2018 10:27

APERTURA 2018

Scritto da

I cancelli sono aperti e la pesca sportiva ha iniziato l'attività per il 2018.

Con questo assunto ASD VALLESANTA comunica a tutti gli appassionati pescasportivi, agli amanti degli ambienti naturali, e a quanti amano trascorrere il proprio tempo libero immersi in un ambiente unico e meraviglioso che è possibile insidiare CARPE, CARASSI, PESCEGATTO, ANGUILLA, LUCIOPERCA, BASS, LUCCIO, SILURO e tante altre specie ittiche presso il sito di VALLESANTA a Campotto di Argenta (FE).

Approfittando di ciò, la società che gestisce la pesca in questo fantastico sito, 6^ Stazione del Parco del Delata del Po, ha organizzato per il prossimo I° Maggio, una gara ad invito da effettuarsi nel Campo Gara, la cui locandina è esposta presso i siti in cui generalmente vengono pubblicizzate le attività.

Attendiamo numerosi pescatori con l'augurio di retini soddisfacenti.

Le prime avvisaglie, raccontano di catture di carpe e lucioperca, mentre il pescegatto ancora non si è ancora manifestato numeroso; di certo il meteo, e la bassa temperatura delle acque comportano una naturale quiescenza di detto pesce. Pochi gradi di differenza ed i pescatori che insidiamo questa specie potranno come sempre soddisfare le proprie giornate di pesca.

Martedì, 03 Aprile 2018 09:01

Prove di apertura

Scritto da

Si è tenuta ieri 02 aprile, giorno di Pasquetta, la prova generale per l'apertura ufficiale alla persca che avrà luogo, come già comunicato, il prossimo SABATO 07/04.

Vista il meteo favorevole, i Soci di ASD VALLESANTA, hanno pensato di fare cosa gradita agli innumerevoli visitatori attesi, aprendo i cancelli e rendendo fruibili l'argine generalmente deputato alla pesca, che durante il periodo invernale è chiuso.

Centinaia di famiglie, di persone, di appassionati hanno percorso ed ammirato le bellezze di questo sito, tra corse di bimbi liberi di scorazzare senza pericoli, voli di uccellii, pic nic, assaporando i primi raggi di una primavera forse un po' in ritardo. Quante fossero le persone presenti non è dato a sapersi, ma gli argini pullulavano di gente che ha garantito altresì una eccellente presenza presso i locali ristoranti che oltre ad essere al completo, hanno ricevute molte più richieste di quanto fosse possibile soddisfare. Successo dell'iniziativa che avrà sicuramente seguito in altre occasioni.

Per quanto attiene al discorso pesca, è da rilevare come la temperatura delle acque sia veramente molto bassa e che probabilmente, i nostri amici pesci non sono ancora in grado di alimentarsi e di spostarsi in cerca di cibo. Si intravedono i primi salti della carpe che iniziano il periodo di frega, ma per gli altri pesci sarà necessario attendere temperature diverse.

Vero è che, ad ogni buon conto, spesso bastano pochi giorni di sole per "rimettere in moto" l'appetito delle specie che sportivamente insidiamo, e probabilmente già da sabato prossimo qualche retino potrebbe godere di questa eventualità.

Si rinnova pertanto l'appuntamento alla pesca per il prossimo sabato 07 aprile.

Mercoledì, 28 Febbraio 2018 13:23

Approvate le novità 2018

Scritto da

Come noto, giovedì 22 u.s. si è tenuta l'Assemblea dei Soci per discutere relativamente la scorsa stagione di pesca 2017, sulla situazione economico/finanziaria della società e per gettare le basi sulla stagione di pesca 2018 prossima all'apertura. Da sottolineare come la riunione non sia stata particolarmente numerosa, di positivo c'è da sottolineare come la discussione sia stata propositiva ed articolata e come le proposte avanzate dai Consiglieri siano state approvate senza nessuna contrarietà.

Naturalmente, come già indicato in precedenti articoli, il 2017 ha patito pesantemente della presenza di Igor e del meteo che, a causa del terribile ed inusuale caldo primaverile, ha causato scarse catture di pesce; tuttavia la società è stata in grado di affrontare tutti gli impegni assunti e di dare la continuità necessaria alla corretta gestione della valle.

Per quanto concerne invece la prossima stagione 2018, le principali novità sono le seguenti: la F.I.P.S.A.S. dovrebbe aumentare a € 30,00 il costo della propria tessera che, nel nostro caso è obbligatoria: si sottolinea che quello che appare un balzello ed una vera imposizione, offre a chi gestisce Vallesanta la tranquillità nei confronti di eventuali incidenti, danni e responsabilità per eventi dannosi che dovessero accadere; nella stessa maniera, anche i pescatori dovrebbero sentirsi più tranquilli in quanto, in caso occorressero situazioni di disagio, avrebbero a loro vantaggio una copertura assicurativa che si fa carico di ogni spesa ed ogni costo necessario alla remissione del danno patito.

Considerando comunque che il succitato aumento potrebbe non essere gradito a tutti, ASD VALLESANTA ha deciso di diminuire il costo della Tessera Annuale da Socio, che passerà  da € 70,00 a € 30,00; ma con l'aumento da € 5,00 a € 10,00 del biglietto d'entrata alla pesca per i soli soci. Per quanti non sono soci, oltre alla tessere F.I.P.S.A.S.  il costo del biglietto d'entrata alla pesca sarà ancora di € 15,00. Restano del costo di € 5,00 i biglietti per quanti praticano il Carp Fishing, con il vincolo di pescare senza nassa, con materassino e rilascio immediato del pescato; gli appassionati dello spinning potranno praticare la loro attività nel campo gara dedicato, con la spesa di € 10,00 e rilascio immediato del pescato.

Tutti i partecipanti hanno espresso soddisfazione dopo aver appreso che ASD VALLESANTA è stata autorizzata dall'Ente Parco del Delta del Po, a fregiarsi del Brand di Sostenitore della Biosfera, da poco ottenuto.

Si è sottolineato con particolare forza e con motivato disappunto di tutti i presenti come sia sempre difficile porre un freno all'azione di bracconaggio dei predoni dell'est (e a volte anche dell'ovest), nonostante le nuove Leggi Regionali abbiano inasprito pesantemente le pene da irrogare. Il problema maggiore resta nella pochezza dei mezzi e degli uomini che dovrebbero contrastare questa attività malavitosa: come spesso accade, le Leggi ci sono, manca chi le fa rispettare.

Per quanto invece attiene all'apertura 2018, è stata indicata come data ipotetica la metà del mese di marzo (17/03?) ma ciò dipende dalla situazione meteo che ci attende.

Lunedì, 19 Febbraio 2018 10:22

Assemblea Generale dei Soci

Scritto da

SI RIBADISCE CIRCA L'IMPORTANZA DI PARTECIPARE ALLA ASSEMBLEA GENERALE DI GIOVEDI' 22 FEBBRAIO AD ARGENTA,

PRESSO LA PALAZZINA EX COOPCOSTRUTTORI DI VIA CIRCONVALLAZIONE 21/A, ALLE ORE 20,30.

Giovedì, 08 Febbraio 2018 12:26

Febbraio 2018 - Ancora Bracconieri a Campotto.

Scritto da

Ancora una volta bracconieri probabilmente dell'est Europa, hanno cercato di frodare il poco pesce ormai rimasto nei canali attigui alle Valle di Argenta e Campotto.

Si apprende dal Resto del Carlino di oggi, 08 febbraio 2018, come l'intervento di personale della Polizia Provinciale abbia impedito un ulteriore scempio che si stava perpetrando nel canale Garda a Campotto. I bracconieri a bordo di un gommone avevano già catturato circa due quintali di carpe, quando, vistisi scoperti si sono dovuti dare alla fuga abbandonando reti, gommone ed altre attrezzature di pesca, riuscendo  ad allontanarsi. Dispiace notare così spesso che sia così difficile agguantarli e che le Forze dell'Ordine si limitino sovente a sequestrare solo il materiale di cui sono dotati. Domani, probabilmente, con nuove reti e nuove imbarcazioni (spesso rubate) saranno ancora attivi magari in luoghi diversi, ma attivi.

Importante è  da sottolineare come il pesce che era stato catturato è stato prontamente rimesso in acqua anzichè essere spedito probabilmente in Romania.

L'articolo del "Carlino" relativamente al bracconaggio, termina così:

"Un fenomeno che va comunque «combattuto con forza e determinazione, per riportare questo esercizio alla legalità, e tutelare gli equilibri faunistici», come reclamano le associazioni di pesca sportiva ed i loro adepti".  Ed ha tutto il nostro appoggio.

Martedì, 06 Febbraio 2018 16:11

ASSEMBLEA GENERALE 2018

Scritto da

ASD VALLESANTA ha indetto per il prossimo GIOVEDI' 22 FEBBRAIO 2018 alle ore 20:30   l'Assemblea Generale dei Soci per discutere sul seguente Ordine del Giorno:

  • Bilancio Consuntivo stagione 2017;

  • Situazioni e problematiche incontrate nella gestione della Stagione 2017;

  • Bilancio di Previsione per la Stagione 2017;

  • Obiettivi e proposte all'Assemblea;

  • Proposta di adeguamento degli attuali componenti del Consiglio Direttivo;

  • Varie ed eventuali.

Considerata l'importanza degli argomenti trattati, su cui l'Assemblea dovrà esprimere il voto di approvazione o di rigetto, siete pregati di partecipare.

Martedì, 30 Gennaio 2018 14:10

Parco Unico del Delta del Po? Chissà..

Scritto da

Parco del Delta del Po: al via la sfida per l'intesa unitaria.

Che il Parco del Delta del Po sia diviso in due enti gestori pare una "forzatura", che da parte di alcuni politici e di altre Istituzioni sia nata la volontà di addivenire alla creazione di un unico ente gestore è cosa buona e giusta. A tale proposito si riporta quanto appreso dal sito www.lugonotizie.it  a questo riguardo nell'incontro avvenuto venerdì 26/01:

Il Presidente del Parco Marco Fabbri (Sindaco di Comacchio), il Vice Presidente della Comunità dei Sindaci, Marco Venturi (sindaco di Alfonsine), Mara Roncuzzi, in rappresentanza del Comune di Ravenna e la consigliera regionale, con Delega Mab Unesco, Marcella Zappaterra, hanno incontrato durante la giornata Associazioni ambientaliste, parti sociali, associazioni venatorie e associazioni economiche e sindacati per discutere della nuova intesa che mira alla creazione di un'unica governance del Delta del Po, attraverso la nascita di un unico Ente di gestione.

"È un percorso appena avviato, che coinvolge in primis le regioni Emilia Romagna e Veneto e tutte le istituzioni territoriali interessate dall'iter di unificazione dei due parchi - sottolinea il Presidente del Parco del Delta del Po Marco Fabbri - e quello di oggi ha costituito un momento importante di confronto, che ha tracciato il solco da seguire per tutti i traguardi futuri."

La consigliera regionale, con delega Mab Unesco, Marcella Zappaterra, conferma che "oggi è partita la sfida per l’intesa sul Parco Unico del Delta del Po. Dopo l'approvazione dell'emendamento alla Legge di stabilità, come avevamo promesso, abbiamo avviato il confronto con tutti gli stakeholders per costruire un percorso largamente partecipato. L'obiettivo è quello di arrivare a contenuti dell'intesa largamente condivisi."

"Abbiamo fissato tempi stretti per completare questa fase di ascolto - aggiunge la consigliera regionale - tenuto conto che, dopo aver raccolto le osservazioni degli stakeholders emiliano-romagnoli, andremo a confronto con quelli del Veneto e dopo l'intesa condivisa dalle Regioni e dal Ministero, seguiranno gli iter legislativi di ogni singola Regione."

"Si deve fare in fretta, - conclude Marcella Zappaterra - se vogliamo chiudere tutta la procedura, prima della prossime elezioni regionali, in modo da evitare sorprese sulle volontà espresse sinora".

Alla Consigliera Regionale Zappaterra un plauso per lo sforzo e l'interessamento prodotto oltre all'appoggio totale di ASD VALLESANTA.

Venerdì, 26 Gennaio 2018 14:12

BRAND CONCESSO

Scritto da

Un importante riconoscimento fregia da alcuni giorni la nostra società: è pervenuta dall'Ente Parco del Delta del Po la formale Concessione del brand di "Sostenitore della Biosfera Delta Po". Questo importante traguardo qualifica notevolmente  ASD VALLESANTA e la stimola nel raggiungimento degli obiettivi prefissati che non si limitano alla sola pesca, ma che coinvolgono direttamente tutti noi nella ricerca di un migliore agire per ottenere un impatto positivo sulla tutela e sullo sviluppo sostenibile della Riserva di Biosfera del Delta del Po.

Essere concessionari del brand significa far parte del Programma MAB-UNESCO con tutti gli onori e anche gli oneri che ne conseguono;

Alcuni chiarimenti credo siano doverosi:

Cosa significa la parola BRAND: è una parola inglese che sta a significare MARCHIO;

Cos'è una riserva di Biosfera:  Le Riserve della Biosfera sono aree di ecosistemi terrestri, costieri e marini in cui, attraverso un’appropriata gestione del territorio, si associa la conservazione dell’ecosistema e la sua biodiversità con l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali. Ciò comprende attività di ricerca, controllo, educazione e formazione.

Cos'è il Programma MAB-UNESCO?

Il Programma “Uomo e Biosfera” (MAB = Man and Biosphere) è un iniziativa intergovernativa, del settore scienze dell’UNESCO, che ha per obiettivo principale quello di promuovere, sin dal 1971, l’idea che sviluppo socioeconomico e conservazione degli ecosistemi e della diversità biologica e culturale non siano incompatibili fra di loro: in sintesi, il concetto che oggi chiamiamo “Sviluppo Sostenibile”.

Nell’ambito di questo programma è stata costituita una rete mondiale di Riserve della Biosfera: aree comprendenti ecosistemi terrestri, marini/costieri, o una combinazione degli stessi, riconosciute a livello internazionale nella struttura stessa del Programma MAB dell’UNESCO, dove l’accento è posto su forme di gestione integrata, partecipata e decentralizzata dello sviluppo.

Cos'è UNESCO? È l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (in inglese United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, da cui l’acronimo UNESCO); è stata fondata dalle Nazioni Unite il 16 novembre 1945 per incoraggiare la collaborazione tra le nazioni nelle aree dell’istruzione, scienza, cultura e comunicazione. Sono membri dell’UNESCO 195 Paesi più 7 membri associati. Il quartier generale dell’UNESCO è a Parigi.

L’Unione Europea potrebbe finanziare progetti di sviluppo? L’inserimento di un territorio nella rete mondiale delle Riserve della Biosfera del Programma MAB dell’UNESCO potrebbe favorire l’accesso a programmi e fondi internazionali finalizzati allo sviluppo di progetti di collaborazione. I nuovi indirizzi di Politica Agricola Europea (PAC) 2014- 2020, ad esempio, considerano appositi canali di finanziamento attraverso i Piani di Sviluppo Rurale per il sostegno ad attività agricole in ambiti di tutela ambientale e paesaggistica (già oggi nei siti della Rete Natura 2000) o comunque in aree interessate da progetti di valenza sovra locale, come appunto potrebbe essere una Riserva della Biosfera, anche al fine di affrontare e risolvere potenziali conflitti tra attività agricole e zootecniche ad elevato impatto ambientale e attività di agriturismo e turismo sostenibile.

Per ogni altro dubbio o chiarimento o ancora curiosità potete accedere al sito http://www.biosferadeltapo.org/il-programma-mab-unesco/